Nicca Vignotto e il teatro, un ponte tra passato e presente

Nicca Vignotto e il teatro, un ponte tra passato e presente

Ciao a tutti! Sono Nicca Vignotto e sono insegnante di lingua e cultura italiana nei Paesi Bassi. Ho lavorato in varie scuole ad Amsterdam e da 10 anni gestisco e insegno presso Italiando, una scuola privata che si trova a Purmerend nella regione del Noord-Holland. Mi sono laureata con 110 e lode in Lingue e Letterature Straniere, indirizzo teatrale, presso l’Università degli Studi di Ca’ Foscari a Venezia e ho la certificazione DITALS dell’Università per Stranieri di Siena e varie formazioni tra cui l’International House DILIT di Roma. Il mio lavoro mi appassiona molto! Cerco di offrire ai miei studenti input differenziati e stimolanti per l’apprendimento della lingua straniera e ci sono delle domande a cui cerco costantemente di trovare una risposta. Queste sono:

Z

Come posso arricchire e variare le mie lezioni di italiano, per evitare la noia in classe?

Z

Come posso motivare i miei studenti a sentirsi a proprio agio al momento di esercitare la lingua straniera target?

Z

Come posso aiutare i miei studenti a perdere la paura e l’inibizione della produzione orale in una lingua che non è la loro?

Perché l’uso delle tecniche teatrali nelle lezioni di lingua italiana?

 

Se ci pensiamo bene, nella vita di tutti i giorni tutti noi quando dobbiamo interagire e parlare coi terzi siamo chiamati a reagire velocemente in modo verbale e paraverbale. Ovviamente è abbastanza facile e non ce ne rendiamo conto perché lo facciamo nella nostra lingua materna, e solo quando siamo in classe nel ruolo di insegnanti e chiediamo ai nostri studenti di fare altrettanto, ci rendiamo conto della difficoltà che questo comporta.

Quando parliamo abbiamo bisogno certamente di conoscere i fonemi e le strutture grammaticali di una lingua, ma nel tentativo di reagire a input esterni sconosciuti e imprevedibili, il più delle volte quello che facciamo è “improvvisare con la lingua”. Se il cervello non è allenato a questa improvvisazione, quello che succede è il blocco: fisico e verbale, che ha come spiacevole conseguenza quella imbarazzante sensazione di “non sapere più nulla” o di “aver dimenticato tutto”.

Attraverso l’uso sistematico e conseguente in classe di tecniche prese del mondo del teatro:

Z

alleniamo il nostro cervello a reagire in modo più veloce all’ imprevisto e di conseguenza pratichiamo un uso più spontaneo del linguaggio

Z

vengono allenate tutte e quattro le abilità (scrittura, lettura, ascolto e parlato) in modo giocoso e questo comporta un abbassamento del filtro affettivo

Z

si capisce che l’errore è parte essenziale del processo di apprendimento, così come lo sono il silenzio e la mancata immediata fluenza e grazie all’uso del corpo e del linguaggio corporeo si superano le barriere che una lingua straniera porta

...PROVARE PER CREDERE!

PORTFOLIO

 

• 11 maggio 2019

Giochi e tecniche teatrali nella classe di lingua straniera, presso Aristozalen, Amsterdam, durante il corso annuale di aggiornamento per docenti di italiano nei Paesi Bassi organizzato da Casa delle Lingue.

• 10 maggio 2019

Tecniche teatrali in classe: il process drama. Titolo: Agata la zingara, presso l’Universiteit Gent, corso di aggiornamento per docenti di italiano in Belgio.

30 marzo 2019

Imparare l’Italiano attraverso il teatro. Workshop motivazionale presso l’Istituto Italiano di Cultura di Colonia, giornata di formazione per docenti di italiano in Germania.

12 gennaio 2019

Tecniche teatrali in classe: il process drama. Titolo: Cecilia persa a Venezia, presso Universitat de Barcelona, III Jornadas de formación profesores de idiomas, giornate di aggiornamento per docenti di lingua in Spagna.

30 novembre 2018

Tecniche teatrali in classe: il process drama. Titolo: Cecilia persa a Venezia, presso UCL University College of London, Londra, corso di aggiornamento per docenti di italiano a Londra.

10 marzo 2018

Tecniche teatrali in classe: il process drama. Titolo: Agata fiorista di Alba, presso la Openbare Bibliotheek Amsterdam (OBA) durante il corso annuale di aggiornamento per docenti di italiano nei Paesi Bassi.

• 24 febbraio 2018

Tecniche teatrali in classe: il process drama. Titolo: Agata fiorista di Alba, presso Universidad Politécnica de Madrid, nell’ambito dell’incontro pratico europeo per insegnanti di italiano organizzato da Casa delle Lingue.

• 12 giugno 2017

La didattica a progetti. Al dente, l’italiano al punto giusto, presso la Openbare Bibliotheek Amsterdam (OBA) per i docenti della Volksuniversiteit sede di Amsterdam.

• 20 maggio 2017

Insegnare italiano con l’approccio orientato all’azione e i compiti comunicativi, presso IVO, Centrum voor Volwassenen Onderwijs (CVO) Brugge, Belgio.

• 4 marzo 2016

Dillo con parole tue, lessico e grammatica per parlare e scrivere meglio, presso Openbare Biblioteek Amsterdam (OBA) durante il corso annuale di aggiornamento per docenti di italiano nei Paesi Bassi.

• 14 dicembre 2016

Insegnare e imparare l’italiano attraverso i compiti comunicativi, presso Universitá Cattolica KU Leuven, Belgio.